AL LAVORO PER “CRESCERE NELLA LEGALITÀ”

Un’attività silente ma operosa quella dispiegata dall’Asilo Savoia nei primi 100 giorni intercorsi dalla sottoscrizione del protocollo di intesa con la Regione Lazio e il Tribunale di Roma finalizzato all’apertura di una palestra a vocazione sociale ad Ostia.

Il percorso delineato dall’Accordo prevedeva infatti una intensa attività propedeutica e di preparazione a livello giuridico, amministrativo, formativo e di interlocuzione istituzionale. E così è stato.

Oltre all’analisi dello stato della struttura e alla definizione del progetto esecutivo di adeguamento funzionale ed allestimento realizzato da un tecnico all’uopo incaricato dall’Ipab, si è proceduto allo studio dello statuto della società sportiva dilettantistica senza scopo di lucro e alla sua formale costituzione – avvenuta il 13 aprile u.s. – nonché alla sua affiliazione ad un ente di promozione sportiva e alla conseguente iscrizione nel Registro Coni di cui alla Legge 289/2002, così come reso necessario per l’espletamento delle future attività sportive.

Particolarmente significativa è stata poi l’altrettanto necessaria attività di formazione, considerato che “Crescere nella legalità” presuppone la nascita di una vera e propria start up chiamata a valorizzare giovani professionalità del settore.

Dall’8 maggio u.s. – previo espletamento di un avviso pubblico per la selezione dei beneficiari indetto in data 13 marzo 2017 – ha quindi avuto inizio il laboratorio di management sportivo realizzato dalla Luiss Business School rivolto complessivamente a 20 ragazze e ragazzi, che terminerà l’8 luglio p.v.

A seguito della necessaria e preventiva autorizzazione da parte del Tribunale di Roma il 24 maggio u.s. è stato poi sottoscritto il contratto di locazione della struttura e conseguentemente avviata la procedura per lo svolgimento dei lavori di adeguamento, che avranno una durata di circa 90 giorni dalla data di inizio.

Nell’ottica di quanto previsto dal Protocollo si sono poi svolti una serie di incontri con il Municipio Roma X per la definizione dei criteri di accesso alle gratuità previste dal Programma per soggetti in situazione di svantaggio sociale e con altre Istituzioni, tra cui il Vescovo Ausiliare di Roma Sud Mons. LoJudice.

A valle di tale attività sono stati infine definiti gli indirizzi programmatici e il programma attuativo di “Talento&Tenacia. Crescere nella Legalità” che rappresenta un modello assolutamente innovativo nel panorama romano e nazionale.