DA REGIONE LAZIO E ASILO SAVOIA 20 BORSE DI STUDIO PER BAMBINI E RAGAZZI RESI ORFANI DAL TERREMOTO

Un intervento concreto e tempestivo a sostegno dei bambini e dei ragazzi che hanno perduto uno o entrambi i genitori durante il sisma che ha devastato Amatrice ed Accumoli.
E’ quanto realizzato dalla Regione Lazio e dall’IPAB “Asilo Savoia” con il conferimento di apposite borse di studio, di importo pari a 2.000 euro, a ciascuno dei ragazzi resi orfani dal terremoto del 24 agosto 2016.
L’iniziativa è resa possibile dalla convergenza di fondi regionali del “pacchetto famiglia” destinati appunto alle fragilità dei nuclei familiari, integrati da uno stanziamento deliberato dall’Asilo Savoia a valere sul proprio bilancio.
“I ragazzi e le famiglie colpite da un lutto così grave sono seriamente esposte al rischio di disagio e di fragilità psicologica e sociale”, dichiara l’assessore regionale alle Politiche sociali, sicurezza e sport Rita Visini.
Visini spiega che “il contributo economico annuale della Regione Lazio potrà servire a sostenere almeno parte delle spese per le attività socio-educative, scolastiche, sportive e ricreative dei bambini e dei ragazzi rimasti orfani: dall’acquisto dei libri di testo e del materiale didattico agli ausili scolastici per i ragazzi disabili, dall’abbonamento al servizio di trasporto pubblico e al servizio mensa fino alle attività sportive e ricreative”.
“L’Asilo Savoia – ha dichiarato Massimiliano Monnanni, Presidente dell’Istituzione pubblica di assistenza e beneficenza istituita nel 1887 da Francesco Crispi – è orgogliosa di poter sostenere i minori vittime del terremoto con un ausilio economico in grado di consentire la prosecuzione degli studi e l’accesso a servizi di istruzione, culturali ed aggregativi. Fin da subito la nostra Istituzione ha dato disponibilità alla Regione Lazio per concorrere ad un intervento congiunto, in modo da evitare frammentazione e dispersione di risorse.Siamo quindi lieti che l’Assessore alle Politiche Sociali Rita Visini abbia raccolto la nostra disponibilità, rafforzandola con ulteriori risorse regionali, tutte integralmente destinate ai beneficiari finali e senza neppure un euro di spese gestionali”.

Tutta la documentazione è consultabile QUI e su www.socialelazio.it .